I miei lettori

lunedì 11 agosto 2008

Se la matematica è un opinione, la Puglia è un'equazione.

La Puglia è la mia regione di appartenenza, è bellissima sia dal punto di vista paesaggistico che culturale; culla di numerose civiltà è stata nella storia crogiolo di numerose culture di popoli susseguitisi tra loro (Apuli, Dauni, Peuceti, Messapi, Greci, Saraceni, Bizantini, Normanni, Longobardi, Spagnoli e Francesi) che nel tempo hanno caratterizzato la struttura poliedrica dialettale e diciamo anche sociale dei pugliesi. Dico poliedrica per le sue molteplici sfaccettature riconducibili soprattutto all'aspetto dell'idioma che varia ad esempio nei dialetti locali anche a breve distanza chilometrica. Vi posso garantire che a volte da un paese all'altro, sia pur confinante, non si capisce un bel niente. Ritengo che in senso astratto siamo un esempio di federalismo, in ogni comune si sente in senso più marcato del termine la differenza di idioma e cultura. Per farvi avere un idea di come si parla in Puglia, qui sotto c'è un simpatico video tratto dal portale "Yuotube", nel quale apprezzerete una performance del mitico Pino Campagna, comico pugliese della zona foggiana, che si è fatto conoscere, per la sua bravura, in ambito nazionale nella trasmissione Zelig sulle reti Mediaset: fatevi due risate!





Share

4 commenti:

articolo21 ha detto...

Ma non è meglio Brus Chetta? Quello di "So cambiat e cos..."

Peppe ha detto...

Di comici pugliesi che ti fanno sconguassare dalle risate ce ne è tanti!

Silvia ha detto...

Bellissimo!!
Non riesco a smettere di ridere...

Spinoza ha detto...

Penso che sia un po' in tutta Italia che i dialetti siano molto diversi, anche in paesi vicinissimi.

D'altronde, in Italia c'è passato praticamente chiunque...