I miei lettori

sabato 16 agosto 2008

Hai toccato il cielo con un dito!

Faccio una premessa: non sono geloso e invidioso allorquando una persona, al di la che possa essere un familiare, un amico o un conoscente, riesca a fare un salto di qualità nella vita; piuttosto mi da enormemente fastidio quando tali soggetti mostrano arroganza e superbia nella vita comune, mostrandosi, magari, altezzosi e con la puzza sotto il naso. I miei genitori mi hanno educato a mantenere i piedi per terra e soprattutto ad essere umile in ogni circostanza. Antipatico e brutto è quando, magari, ti trovi di fronte a certa gente che evita di salutarti o fa finta di non riconoscerti, perché non sei come loro. Io non avrò la carta di credito gonfia, ma di certo la mia ricchezza è la famiglia che mi sono costruito e la cultura che ho acquisito; ho riscontrato un amara certezza, che di gente che pensa di avere toccato il cielo con un dito c'è ne sta a quantità, la vita riserva comunque anche sorprese che ti possono stravolgere in meglio ed anche in peggio, quindi, a mio modesto parere, è meglio essere se stessi, piuttosto che impersonificare lo stereotipo del Bill Gates di turno!


Share

4 commenti:

Spinoza ha detto...

Immagino che possa non esser semplice rimanere coi piedi per terra quando hai fatto un salto di qualità in qualsiasi cosa.

Non avendo mai fatto un simile salto, mi astengo dal giudizio. Certo comunque che dà fastidio, trovarsi dall'altra parte.

articolo21 ha detto...

Anche io mi astengo perchè non salto più da tempo immemorabile :)

Nana ha detto...

Parole Sante.

Se poi sono familiari a mostrarsi superbi e altezzosi non solo dà rfastidio, ma fa anche molto male al cuore.

Non ho niente da aggiungere a ciò che hai detto...io la penso come te.

Athawulf ha detto...

fierezza per il risultato raggiunto ed umiltà sono due valori che possono tranquillamente convivere, senza scivolare nell'arroganza di chi ha la puzza sotto il naso.