I miei lettori

domenica 12 ottobre 2008

Brekka brekka, qui stazione Ulisse.


Navigando qua e là ieri sera ho voluto trovare nella rete web qualcosa di attinente un'altra mia vecchia passione (ve le sto esternando tutte un poco alla volta), quella del CB o ricetrasmittente, proprio qualche giorno fa, infatti, io e l'amico blogger Gennaro ne facevamo nostalgica menzione; la ricerca è stata ardua, ma per fortuna sono venuto ad imbattermi in una pagina di un sito personale, dove un certo Marko, che non conosco, ma che ringrazio per aver descritto l'aspetto più positivo che si poteva dare alla generazione degli ex baracchinari, ha permesso di far riemergere da un passato non troppo lontano un hobby singolare che ha contagiato persone di ogni fascia di età e di sesso e che, purtroppo, è stato stroncato con l'avvento dei telefoni cellulari e di internet. Riporto le parole di Marko, in stralcio, nelle quali mi sono anche io immedesimato: "Vorrei esprimere la mia nostalgia e penso quella di tanti altri appassionati di elettronica, in particolare di telecomunicazioni, non quelle veloci e facili telecomunicazioni di adesso, bensì quelle degli anni 80, via etere vocali, di configurazione manuale su apparati radioamatoriali o CB. Quelle sane telecomunicazioni di ormai parecchi anni or sono. Quelle genuine fatte di chiacchiere, di risate, di discorsi impegnativi o di parole di conforto a persone che, alla loro solitudine, si affidavano alla radio. Quelle parole dette la sera dopocena e dopo una giornata di lavoro, magari d'inverno, al caldo tepore di casa e dalle alte temperature emesse da CB da 40 canali a quelli a 400, da lineari valvolari che emettevano, oltre al calore, anche un "profumo" inconfondibile. Quelle serate fatte di incontri che nel tempo potevano trasformarsi in "verticali", da cui poi nasceva una bella amicizia che si portava avanti anche solamente via radio. Quelle serate fatte di radio-contest, o quelle escursioni fatte di una caccia all'antenna. Non so Voi ma io ero davvero fiero di collegare anche soltanto una stazione a 50 km, attendevo la qsl con ansia, quando poi la ricevevo era una vittoria. Parlare con i camionisti poi era davvero uno sballo, potenze impressionanti facevano quasi esplodere lo speaker del CB contornate dagli echo + vari (effetti)".
Eh, ora la ricetrasmittente non la usa quasi più nessuno, poichè il telefonino e l'sms, internet e le chat, sono divenuti i mezzi comunicativi più diffusi; ho provato tempo fa a riaccendere il mio vecchio apparato, tenuto come un gioiello,  per vedere se qualcuno ancora fosse rimasto fedele alla frequenza 27 mhz, ed invece quello che ho sentito, dentro e fuori di me, malgrado il silenzio degli italiani, sono state solo discussioni incomprensibili fra gente straniera e l'amara delusione di non poter esordire più con il mio: "Brekka brekka, qui stazione Ulisse". 
Riflessione: "Non sempre quello che viene dopo è progresso". A. Manzoni
Share

29 commenti:

Gennaro ha detto...

HAi ragione Peppe bella epoca, li ricordo con affetto quei 4-5 anni passati dietro la portante!!
Quanti amici ho conosciuto, quante serate a chiaccherare, mostalgia ma con il sorriso di un'epoca bella!
73 51 dalla stazione Tornado qth Corato!

happyclown ha detto...

cioa carissimo ora sono di nuovo qui...

Marco Ranno ha detto...

Ti lascio solo un saluto!
A presto!
Marco

3my78 ha detto...

Il mitico "baracchino" :-D
Lo conobbi più di 20 anni fa,il padre del mio amico ne aveva uno e noi bimbetti tremendi (avevamo 7-8 anni) ci divertivamo ad usarlo e a parlare con i camionisti.Ricordo ancora il mio nome------> Falco Pippoturno...e non mi chiedete da dove lo presi...fantasia di bimbo:-D

Spinoza ha detto...

Mai usato, però devo ammettere che è affascinante!

fulvialeopardi ha detto...

me sa che manco l'ho mai vista, una ricetrasmittente.. (dal vivo, dico)

Altri libri ha detto...

lo visto qualche volta.
ciao

Pupottina ha detto...

ciao conoscevo una persona che ne aveva uno... uno dei ragazzi di cui parlo ora...
mi ricordo che quando si usciva con lui si passava tutta la serata a chiacciherare o ascoltare gli altri.... il baracchino! che invenzione! ne volevo tanto uno anche io ma i miei non ne volevano sapere di comprarmelo perché erano convinti che mi sarei messa nei guai...

buon lunedì

XpicioX ha detto...

Ciao Peppe.
Mamma mia cosa mi hai ricordato: il CB!. Quand'ero ragazzo ce l'aveva solo uno del mio gruppetto e per noi era una cosa fantastica: tipo la videotrasmittente di star trek ..

Volevo chiederti uno scambio link col neonato

http://xpiciox.blogspot.com/

Io, ti ho linkato, ciao.

Niente Barriere ha detto...

Io purtroppo nn ho mai fatto uso di queste cose; quando ero piccolo mi ricordo che a volte quando accendevo la radio mi capita di captare qualche conversazione di qualche radioamatore della zona. Ne rimanevo estasiato e rimanevo in ascolto, chiamando tutte le persone presenti in casa per fargli ascoltare quei discorsi.
Hai proprio ragione, la tecnologia di oggi nn è comparabile, in questo caso, con quella di 20-25 anni fa, ora comunque comunicare è davvero più semplice e alla portata di tanti, allora nn lo so..

Guernica ha detto...

Ciao Peppe!
Però... se ci pensi magari il fatto che il progresso introduce "nuove cose" ci fa stringere a noi ancora di più quelle "antiche"!!! (Vedo il classico bicchiere mezzo pieno!)

Uso il termine "antico" perchè non mi paice dire VECCHIO.

Buona settimana!

Vane ha detto...

concordo con Manzoni^^..

buona serata un bacioneeee

Mr. Flamingo ha detto...

hahaha io ce l'ho ancora il barracchino. Che bello quando lo accendevo e sentivo le conversazioni dei camionisti!

scrittrice75 ha detto...

si guarda al passato sempre con nostalgia e rimpianto. Oggi abbiamo tutto ma se penso a vent'anni fa, io ritengo che si era più felici allora... ed io ho la visione fino a vent'anni.... comunque speriamo sempre un abbraccio da angela

AndreA ha detto...

Una bella passione senza dubbio.

Un abbraccio, a presto!

Il guard.del faro ha detto...

La rice-trasmittente, ovvero il cellulare di un tempo!
Strumento utile (per le sue svariate applicazioni pratiche) e interessante passatempo, col quale hanno potuto comunicare almeno tre generazioni di appassionati.

Punzy ha detto...

Ma sai che anche il mio Perfido fidanzato va pazzo per quegli aggegggi??

Desy ha detto...

Un salutone!!!!

Pupottina ha detto...

buona serataaaaaaaaaaaaaa

stella ha detto...

Sono d'accordissimo.

Ho imparato ad usare il computer,per non essere tagliata fuori!

Alice. Caterina Narracci ha detto...

Ciao Peppe. Secondo te, basta mettere delle tabelle nei bar per evitare che la gente beva troppo?

Clelia ha detto...

Un due tre prova ... mi senti?
Io usavo la ricetrasmittente da bambina... anche io ne ho nostalgia!!


Buona serata Clelia

Pupottina ha detto...

contenta che le polpette di melanzane siano state di tuo gradimento!

Mosarella ha detto...

peppe un piacere!!

ti lascio miei saluti

carissimo e bravissimo peppe

Desy ha detto...

Un passaggio x lasciarti un saluto!!
Ciao Desy.

Pupottina ha detto...

ciao
da me hai scritto un " ma veramente?
volevo sapere se è riferito alla nostra precedente conversazione, cioè l'invito a pranzo, o al mio post...

ciaooooooooooooooooooo

Pupottina ha detto...

p.s. scusa se a volte ho il pc collegato ma sono da tutt'altra parte e non vedo che sei entrato nella mia chat... e tenti invano di parlarmi...

scusa

Calliope ha detto...

Certo che doveva essere divertente ma non ho un bel ricordo del baracchino!! Un mio vicino di casa ne aveva uno e interferiva con la tv, sempre all'ora del tg poi!!! ^_^ Ed a quei tempi tg ce ne stavano pochini..
ciao peppe, buona serata.

Pupottina ha detto...

ciaooooooooooooooo
lo so che non puoi venire e come avrai intuito dal mio post di oggi, troppa gente frequenta casa mia....